Combattere l’insonnia: alcuni consigli che ti aiuteranno a dormire meglio

Combattere-l-insonnia

L’ansia, le preoccupazioni, i ritmi che cambiano: i disturbi del sonno possono dipendere da un’infinità di motivi e tendono ad amplificarsi in periodi, come quello che stiamo vivendo, in cui non si riesce ad essere sereni e spensierati.

Nonostante i momenti più o meno duri che ci si trova ad affrontare, però, combattere l’insonnia è possibile attraverso alcune buone abitudini e sopratutto trovando la giusta motivazione per cercare di guardare al futuro senza lasciarsi sopraffare dalla negatività.

Lasciati accompagnare dalla tua agenda motivazionale in questo percorso per ritrovare la tua serenità e annota alcuni consigli che ti aiuteranno a capire come riuscire a dormire meglio.

Come riuscire a dormire e liberarsi dei pensieri negativi

Molto spesso siamo sopraffatti da pensieri cupi che ci impediscono di riposare bene e ci tengono svegli a fissare il soffitto fino a tarda notte, per poi alzarci al mattino già stanchi e affaticati.
Se continuate a chiedervi come riuscire a dormire, potreste provare un metodo molto originale per allontanare i pensieri negativi, che il cognitivista canadese Luc Beaudoin definì “rimescolamento cognitivo”. Vale a dire: rimescolare i pensieri in modo tale che perdano completamente di senso. 

In altre parole, il metodo di Beaudoin consiste nel visualizzare mentalmente una sequenza a caso di cose totalmente sconnesse tra loro: una radio, una bottiglia, un gatto; o in alternativa scegliere una parola, ad esempio “notte” e poi pensare tutti i possibili oggetti che iniziano con la “n”, poi con la “o”, e così via.

Attraverso piccoli escamotage come questi, combattere l’insonnia dovuta all’ansia diventerà più facile.

Problemi d’insonnia: contrastarli con qualche buona abitudine

Per allontanare i problemi d’insonnia è bene anche acquisire delle buone abitudini salutari, che sicuramente possono essere utili se si soffre di questo disturbo.

Primo tra tutti, evitare alcol e nicotina la sera: è fondamentale per rilassare il nostro organismo. Sorseggiare una tisana calda e ascoltare musica rilassante dopo cena, invece, sarà di grande aiuto per conciliare il sonno.

Inoltre, anche evitare di pasti troppo pesanti è di fondamentale importanza per combattere l’insonnia e addormentarsi più facilmente.

Altro grande punto, può essere la mancanza di attività fisica che molto spesso può rendere più nervosi, specie se si è abituati a fare tanto sport durante la settimana, se non quotidianamente.
Per quanto difficile, e non altrettanto appagante, cercate di compensare con degli esercizi in casa, in terrazzo o nello spazio all’interno della vostra abitazione: anche tenere il corpo in attività è importante per riposare bene.

Agenda motivazionale e l’insonnia

Ritrovare la motivazione, cercare un diversivo, e cercare di concentrarsi su cose che possano sollevare l’umore diventa più facile se si è muniti di un’agenda motivazionale.

Monitorate i vostri stati d’animo attraverso l’uso delle mappe emozionali e nei periodi in cui vi rendete conto di essere più giù di morale, concedetevi del tempo per voi e dedicatevi a qualunque cosa vi faccia stare bene.

Inoltre, usate la vostra coach agenda per monitorare anche l’attività fisica svolta e la dieta che state seguendo: combattere l’insonnia sarà più facile se si presta maggiore attenzione al proprio corpo.
Quando siete soprappensiero usatela anche per attuare i meccanismi del “rimescolamento cognitivo” suggerito da Beaudoin, disegnando cose a caso: anche questo può essere utile per divagare con la mente.

Hai già con te un’agenda motivazionale? Se la risposta è no, puoi rimediare cliccando qui.

Share this post