Come ritrovare la fiducia in se stessi: alcuni consigli per affrontare le delusioni

Ritrovare-fiducia-in-se-stessi-

Quando c’è qualcosa che va storto e non riusciamo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, l’autostima ne risente. Ma capire come ritrovare la fiducia in se stessi è fondamentale per risalire la china e ripartire con più slancio.
Come un allenamento sportivo in vista di una gara o la preparazione a esami universitari, ritrovare la fiducia in se stessi deve trasformarsi in un vero e proprio percorso con esercizi mirati da fare costantemente, tutti i giorni.
Hai con te la tua Life Planner? Oltre a essere un organizer comodo ed efficace per pianificare al meglio le tue attività, la Life Planner è un’agenda motivazionale che ti segue nella tua crescita personale e ti sprona a fare sempre di più e meglio.
Nelle pagine bianche della Life Planner scrivi alcuni degli esercizi per l’autostima consigliati di seguito e ricorda di metterli in pratica quotidianamente, vedendo come cambiano le tue mappe emozionali e la sfera delle influenze.

Ritrovare la fiducia in se stessi: tre step

Dopo una pesante delusione nello studio, sul fronte professionale o sentimentale può capitare di impiegare un po’ di tempo per tornare a credere nelle proprie possibilità e capire come ritrovare la fiducia in se stessi. Da che cosa partire? Intanto serve pensare che il fallimento non è che un obiettivo solo rimandato. Non casca il mondo e non ha nulla a che vedere con il nostro reale valore. Inoltre aver mancato un bersaglio ci permette di essere più consapevoli rispetto ai nostri punti di forza e ai nostri limiti, che coesistono nella natura umana. Infine, per ritrovare la fiducia in se stessi può aiutare fissare delle piccole e grandi tappe: tieni aggiornate le mappe degli obiettivi all’inizio del mese successivo, riportate sulla tua Life Planner.

Agenda motivazionale e fiducia in se stessi: come usarla

Quando si è fortemente demotivati dopo una sconfitta o una delusione, può succedere di voler cercare spasmodicamente delle conferme negli altri. Chiedere pareri e opinioni, imparare a confrontarsi e saper accettare eventuali critiche fa parte di una crescita professionale e dello stesso percorso che insegna come ritrovare la fiducia in se stessi. Ma poi arriva sempre il momento in cui dobbiamo fare i conti con la nostra immagine allo specchio, lontani da tutti. Per comprendere meglio i tuoi stati d’animo, utilizza la mappa delle emozioni della tua agenda motivazionale Life Planner e cerca di capire com’è in questo momento la sfera delle influenze. Fai un confronto con i grafici che andrai a completare dopo aver fatto un lavoro interiore per l’autostima e la fiducia in sé stessi. Tieni un diario nelle pagine bianche della Life Planner sulla tua evoluzione. Rileggiti alcune frasi motivazionali del cinema e dello sport: ti daranno la carica che cerchi!

Tre esercizi per l’autostima

Oltre al lavoro interiore che puoi fare analizzandoti, anche con l’aiuto della tua Life Planner, alcuni modi per capire come ritrovare la fiducia in se stessi possono avere un’applicazione pratica. Non sottovalutare, per esempio, l’attività fisica, che puoi fare anche ogni giorno: ti aiuta a liberarti da tossine e tensioni e a rilasciare endorfine, che aumentano il tuo buonumore. Tra gli esercizi per l’autostima, c’è quello di… sorridere! La mente umana è strutturata in modo da pensare di più a ciò che è negativo rispetto a quello che è positivo, a soffermarsi di più su quello che è andato male, anziché il contrario. Ma pensa a tutta quanta la tua vita e sii consapevole di ciò che di bello hai intorno a te. Aiuta una persona in difficoltà, in modo gratuito e disinteressato: ti consente di sentirti utile e di avere una maggiore considerazione di quello che ci circonda e del tuo ruolo nel mondo. E se conosci qualcuno che sta affrontando, a sua volta, un momento no, con l’autostima a terra, potresti fare un piccolo pensiero: regala a questa persona una delle agende Life Planner disponibili, secondo i suoi gusti ed esigenze. Corri ad acquistare l’agenda motivazionale cliccando qui.

Share this post