Cosa portare in viaggio: 3 consigli per eliminare il superfluo e viaggiare leggeri

Cosa-portare-in-valigia

Di solito, prima di partire per qualche meta, per piacere o per lavoro, c’è sempre una bella adrenalina che scorre nelle vene, salvo un quesito di fondo che non fa stare sereni: cosa portare in viaggio? Sia per le norme delle compagnie aeree sia per comodità nostra, in effetti queste scelte vanno ponderate bene. 

Niente panico. Con le dritte giuste e qualche accortezza in più ti accorgerai che capire una volta per tutte come preparare la valigia ti fa guadagnare spazio, tempo, serenità e ti cambia completamente la prospettiva. Basta con lo stress dell’ultimo minuto, con zaini, trolley e bagagli che non si chiudono!

La parola d’ordine, anche in questo caso, è pianificare. E quando si parla di programmazione, non c’è strumento migliore della tua Life Planner, l’agenda organizer da portare sempre con te nei tuoi spostamenti quotidiani, all’università, in ufficio e pure quando devi andare via qualche giorno. 

Come quando studi o lavori, l’essenziale è imparare a ottimizzare tutto quello che hai a disposizione, anche quando si tratta di programmare un viaggio. Elimina il superfluo, concentrati solo su ciò che è fondamentale e trova un equilibrio tra efficienza e piacere della scoperta legata al viaggiare.  

Come preparare la valigia: 6 tips imperdibili 

Uno dei problemi più ricorrenti, quando ci si deve dedicare al bagaglio e ci si domanda cosa portare in viaggio, è cercare di non dimenticare capi utili anche durante gli spostamenti, per i possibili sbalzi di temperatura. Prima di capire come preparare la valigia, assicurati di avere sempre a portata di mano un maglioncino leggero o una felpa. Non serve svuotare l’armadio: calcola i giorni di permanenza e tieni fuori lo stretto indispensabile per i cambi. Un modo per guadagnare spazio è arrotolare i vestiti anziché piegarli, meglio se avvolti in buste di plastica. Utilizza delle protezioni ad hoc – anche delle semplici cuffie da doccia! – per le scarpe, in modo che la suola non entri in contatto coi vestiti se non hai uno scomparto dedicato. Metti la biancheria intima e i capi più delicati in sacchetti di stoffa. Hai dei liquidi? Per evitare inconvenienti, avvolgi i tappi delle confezioni in fogli di cellophane. 

Agenda organizer da portare in viaggio 

Così come pianificare un viaggio, almeno per quanto riguarda gli spostamenti principali e i luoghi di pernottamento, avere le idee chiare su cosa portare in viaggio è fondamentale per risparmiare tempo ed energie preziose, senza stressarsi inutilmente. Non pensare che essere organizzati tolga qualcosa alla bellezza del viaggiare, anzi: ti permette di concentrarti su quello che devi fare per poi avere dei ritagli preziosi da dedicare a giri, visite e altre esperienze possibili sul posto. Non partire con centomila fogli, foglietti e post-it volanti: creano disordine, oltre al fatto che è facile perderli. Utilizza il più possibile la tua agenda organizer Life Planner, che puoi compilare ogni giorno in ogni momento, con una visione settimanale e mensile che ti aiuta ad avere tutto sotto controllo. Nelle pagine bianche puoi fissare appunti, riflessioni e tutte le informazioni che desideri. 

Programmare un viaggio: 3 errori da evitare 

Prima di dedicarti a fare la valigia, non puoi scervellarti per ore tra cassetti e ripiani del tuo guardaroba, chiedendoti cosa portare in viaggio, senza prima aver controllato di avere tutti i documenti necessari con te: carta d’identità o passaporto e almeno una carta di pagamento, bancomat o carta di credito/prepagata, assicurandoti che funzioni nel Paese dove andrai. È opportuno avere con te anche una fotocopia di tutti i documenti, o almeno una foto sullo smartphone, in caso di furto o smarrimento. Non sovraccaricare le valigie: non solo creerebbero intralci negli spostamenti, ma, soprattutto se devi prendere un aereo, devi attenerti alle linee guida e ai limiti di peso e dimensioni fissati dalla compagnia di volo che hai scelto. Quanto ti appresti a programmare un viaggio, non trascurare le condizioni meteorologiche del posto in cui stai per recarti, per i giorni della tua permanenza: certamente sono indicazioni di massima, ma un’occhiata in più a temperature e intemperie previste può esserti utile a non fare a meno di un impermeabile o, al contrario, un paio di magliette più leggere. Metti in valigia anche la tua Life Planner. Non ne hai ancora una? Corri a scegliere quella che preferisci e acquistala cliccando qui.

Share this post