Come organizzare lo smart working a casa: iniziare dall’organizzazione degli spazi

Come-organizzare-smart-working

Nell’ultimo anno, molti dipendenti, manager e collaboratori si sono ritrovati alle prese con un nuovo quesito: come organizzare lo smart working a casa. Sono diverse le aziende che hanno adottato il lavoro da remoto durante il lockdown.

Per chi ha svolto per tanti anni un lavoro d’ufficio, ritrovarsi a organizzare il lavoro in smart working può essere una pratica inedita, non immediata. Occorre introdurre qualche cambiamento nella routine giornaliera per trovare un equilibrio tra produttività e vita domestica. 

Una delle difficoltà ricorrenti ha a che vedere con l’organizzazione degli spazi di lavoro smart working nell’ambito di un contesto casalingo che può non essere attrezzato in modo adeguato. Bisogna dunque correre ai ripari. Ma secondo quali criteri?

La parola chiave, soprattutto con lo smart working e con la nuova gestione degli spazi personali che impone, è pianificazione. La tua agenda planner preferita Life Planner ti dà una mano a organizzarti al meglio e a cogliere i cambiamenti come opportunità di crescita personale. 

Organizzare il lavoro in smart working: 3 dritte 

Prima del 2020 lo smart working sembrava faticare a svilupparsi in Italia. Il Covid-19 e la situazione di emergenza e crisi a livello globale ha invece fatto sì che fosse il momento giusto per le imprese per capire come organizzare lo smart working a casa per capi, dipendenti e liberi professionisti. Se da un lato il cosiddetto lavoro agile permette – almeno sulla carta – una gestione migliore della vita privata, dall’altro, se non è condotto in modo strutturato e con i giusti tempi, potrebbe rischiare di compromettere la sfera personale. Un punto fondamentale è riuscire a mantenere alti livelli di produttività senza disperdere minuti ed energie preziose. Non cadere nelle tentazioni casalinghe, dallo stereo alla Tv. Riserva il piacere per quanto avrai finito i compiti della giornata. Per organizzare il lavoro in smart working nella maniera migliore è importante che stabilisci una to-do-list di priorità da rispettare, rimandando quello che può essere svolto successivamente e partendo a sbrigare le urgenze. Se hai bisogno di sviluppare un metodo, che puoi anche personalizzare, ovviamente, potresti avvalerti di una tecnica come quella del pomodoro per essere più efficiente e performante. Puoi insegnarla anche a figli e nipoti per farla applicare allo studio!

Spazi di lavoro smart working: come organizzarli in 3 mosse

Secondo uno studio del Politecnico di Milano il fenomeno del lavoro smart, agile e flessibile, che ha preso il largo durante il lockdown della primavera 2020, è comunque destinato a crescere sempre di più andando avanti. Indietro, insomma, difficilmente si tornerà, anche perché capire come organizzare il lavoro in smart working a casa consente alle aziende di risparmiare parecchio su spese e costi fissi. sarebbe in ogni caso destinato a crescere, finora sono state le grandi realtà aziendali ad impegnarsi nello sperimentare il lavoro agile. Il tema del lavoro agile va a toccare anche quello della riprogettazione degli spazi di lavoro smart working domestici. È importante, innanzitutto, individuare nella propria abitazione un’area dedicata ai compiti professionali, dotata di tutto ciò che vi serve per le vostre mansioni, senza che dobbiate spostarvi da un posto all’altro. Assicuratevi che lo spazio scelto, oltre a essere necessariamente tranquillo e dotato di una buona temperatura – non troppo freddo d’inverno né troppo caldo d’estate – possa godere di una buona luce naturale e, in assenza di questa, che possa essere illuminato in modo adeguato. Se puoi cerca di lavorare da remoto vicino a una o più piante: lo sapevi che hanno la naturale capacità di pulire l’aria che respiriamo? Il verde, inoltre, riduce l’effetto dei campi elettromagnetici e incide positivamente sull’umore. 

Organizzare lo smart working a casa con l’agenda planner 

Life Planner non è una semplice agenda, ma un supporto reale per raggiungere i tuoi obiettivi e trovare la giusta carica nell’affrontare le sfide quotidiane, anche per quanto riguarda la necessità di comprendere come organizzare lo smart working a casa e attuare qualche cambiamento nella propria routine professionale. Ognuno di noi ha obiettivi e ambizioni differenti, ma siamo tutti accomunati da un medesimo scopo: rendere la nostra vita quella che abbiamo sempre desiderato. Pianificare le tue azioni con l’agenda planner Life Planner anche in un contesto di lavoro agile e flessibile ti aiuterà ad avere una visione chiara e completa dei tuoi compiti professionali, degli obiettivi che ti sei posta/o e della strada da percorrere per raggiungerli. Ma così come nel lavoro, anche nella vita devi trasformare le intenzioni in azioni! Life Planner è anche un’agenda motivazionale pronta a guidarti in un processo di cambiamento che ti stimolerà e appoggerà nella realizzazione dei tuoi sogni. Per acquistarla clicca qui.

Share this post