Vacanze itineranti: il bello di viaggiare on the road

Vacanze-itineranti


Magari è un po’ che ne senti parlare e hai deciso di provarle o lo hai già fatto e ti sono piaciute molto. Tanto da voler ripeterle! Stiamo parlando delle
vacanze itineranti, diverse dalle mete e rotte vacanziere più comuni e vissute in costante movimento, con qualsiasi mezzo purché on the road. 

Puoi affrontarle in auto, in moto o in camper, ma anche a piedi o in bici, a seconda dei tratti da percorrere e delle loro caratteristiche. Se decidi di viaggiare in macchina, con una o più persone, puoi lanciarti in itinerari mozzafiato anche lunghi molti chilometri, che vale la pena fare almeno una volta nella vita.

Forse hai già questa abitudine. Ma se non è così, prendi in considerazione la possibilità di tenere un diario di viaggio. Ti aiuta a fissare delle tappe per organizzare bene ogni giorno della tua vacanza on the road e ti consente di annotare pensieri, emozioni, riflessioni, informazioni utili. 

Metti in valigia, nel trolley, nello zaino, in borsa la tua agenda organizer preferita. Con la Life Planner sempre con te, grazie alle sue numerose sezioni, potrai vivere il viaggio itinerante a 360 gradi. E se non l’hai ancora fatto, prenota la tua nuova agenda. Ora c’è anche la versione 16 mesi

Viaggiare in macchina: itinerari consigliati 

Pronti a partire col partner e/o gli amici per vacanze itineranti indimenticabili? Ecco qualche consiglio, valido anche per mete future! Rimanendo in Italia, se si vuole viaggiare in macchina, uno dei percorsi più belli è La Statale 163 sulla Costiera Amalfitana, tra curve a gomito e strade a strapiombo sul mare. In Europa una delle destinazioni più apprezzate è la Contea di Donegal in Irlanda: la Wild Atlantic Way è la strada costiera segnalata più lunga del mondo. Se si parla di on the road, come non ricordare la Route 66 negli Stati Uniti, da Chicago a Santa Monica attraverso ben otto stati o, sempre negli Usa, la Highway 1 della California, tra scogliere immerse nella natura selvaggia e mare turchese. 

Diario di viaggio: tre motivi per tenerlo

Ci sono almeno tre ragioni per partire per vacanze itineranti e tenere carta e penna a portata di mano. Postare foto sui social e condividere alcuni momenti è importante, ma tenere un diario di viaggio solo per sé è qualcosa di diverso. Viaggiare ti fa vivere una nuova dimensione e ti fa fare nuove scoperte, anche su di te. Poter mettere quello che senti nero su bianco ti permette di elaborarlo e di avere una giusta distanza da tutto. È possibile che, in giro per le varie tappe, con le suggestioni che troverai ti vengano in mente idee, spunti e progetti per il futuro: cogli l’attimo e scrivi. A posteriori, il diario di viaggio diventa una miniera di nomi, luoghi, dati, numeri e informazioni varie che ti torneranno utili anche successivamente, se vuoi tornare da qualche parte o per rispondere a qualche amico che ti ha chiesto un consiglio. 

Agenda organizer: perché è utile in viaggio

Suddividere le tappe, avere una to-do-list di riferimento per ogni giorno, annotare qualche informazione importante. Le vacanze itineranti sono piacevoli perché ti consentono di vivere le emozioni e l’adrenalina on the road, ma tenere una certa organizzazione, seppure con elasticità, aiuta ad affrontarle al meglio e a fare diverse esperienze. Un’agenda organizer come Life Planner ti permette di fissare le principali mete che intendi raggiungere negli spazi dello schema settimanale, avere un’idea di cosa fare nei giorni successivi e come gestire i diversi momenti della giornata tra una visita e l’altra e i tratti da percorrere, tenere monitorati i tuoi stati d’animo con le mappe emozionali e scrivere pensieri nelle pagine bianche.

Share this post