Scegliere l’università: come imboccare la strada giusta per te

Scegliere-l-università


Forse a settembre inizierai il tuo ultimo anno delle scuole superiori o magari ti sei diplomato da poco. E già da un po’ ti starai facendo alcune domande. Per esempio, come
scegliere l’università adatta a te? Il percorso accademico rappresenta una decisione importante, che condizionerà il tuo futuro lavorativo. 

Non si tratta di dubbi o quesiti banali, tutt’altro. A maggior ragione se nel frattempo stai già svolgendo un impiego, capire come scegliere l’università è importante per conciliare i vari impegni. Alternativamente, può voler dire trovare un’occupazione in tempi relativamente brevi a seconda della scelta effettuata. 

Certo, è anche e soprattutto una questione di indole, di inclinazioni, di aspirazioni. Ti sei posto/a la domanda: “Cosa voglio fare da grande?”. Perché per scegliere la facoltà giusta devi dare una risposta a questo interrogativo e provare a immaginare come vorresti essere tra cinque-dieci anni. 

Qualsiasi percorso tu decida di intraprendere, assicurati di avere con te un’agenda come Life Planner. È un personal planner utile a pianificare studio e tempo libero e, nello stesso tempo, una guida per la tua crescita personale. Ormai sei una persona adulta, non solo sulla carta d’identità. 

Come scegliere l’università: tre passi da compiere 

Il mondo del web e dei social ci ha abituato a personaggi che raggiungono il successo in tempi brevi e con relativamente poca esperienza nello studio e nel lavoro. Alcuni si chiedono perché sia necessario scegliere l’università. In realtà ci sono almeno due aspetti da considerare: la maggior parte delle webstar più ricche e popolari sono giovani individui che hanno alle spalle anni di studi in ottime università o comunque sono seguiti da team composti da persone formate in modo eccellente. Inoltre da ricerche di mercato è emerso che a cinque anni dal traguardo, lavora l’84% dei laureati. Più che altro chiediti come scegliere l’università, ovvero in che modo orientare la tua decisione, se rimanere nella tua città, vicino alla famiglia e agli affetti, oppure frequentarla altrove, se preferisci un grande ateneo con molti contatti anche con le aziende, ma più dispersivo, o un contesto più piccolo e familiare, facilmente raggiungibile rispetto al tuo domicilio. 

Come scegliere la facoltà giusta: il lavoro di domani 

Sempre in base a studi di settore, nel quinquennio successivo alla laurea oltre la metà dei laureati è assunta a tempo indeterminato, i lavoratori autonomi sono il 20%. Sono dati interessanti, utili per capire perché è opportuno scegliere l’università dopo la scuola superiore. I tassi di occupazione e gli stipendi più alti sono quelli che hanno a che fare con le professioni in campo medico-sanitario e in ambito ingegneristico. Ma non sono solo queste due variabili a incidere nella decisione finale. Quando cerchi di capire come scegliere la facoltà più adatta a te, pensa alle tue inclinazioni e al tuo carattere: sei un tipo che preferisce la stabilità o i viaggi e le avventure? Sei disposto a fare un lungo periodo accademico, come richiede, per esempio la Facoltà di Medicina e Chirurgia, tra laurea e specializzazioni, o vuoi lanciarti subito nel mondo aziendale?

Un personal planner in facoltà 

Concentrazione, organizzazione, motivazione, impegno, tenacia. Prima di andare a fare l’iscrizione e scegliere l’università, ricordati che almeno per i prossimi tre anni questi cinque capisaldi non dovranno mai mancarti. Pensa anche che spesso chi non andava bene alla scuola superiore o non eccelleva particolarmente può sorprendere in positivo all’università, sai perché? Perché si tratta di un percorso che richiede più autonomia nello studio. E dunque è agevolato chi è capace di organizzare al meglio le sessioni di studio ed esami. Utilizza un personal planner come Life Planner: ti permette di pianificare le ore di lezione ogni giorno e gli impegni extra nello schema settimanale, pagamenti delle tasse, colloqui coi docenti ed esami anche nello schema mensile. Non solo: ti aiuta a tenere monitorati i tuoi stati d’animo con le mappe emozionali e vedere come si ampliano e si diversificano le tue conoscenze con le sfere d’influenza. Non rimandare l’acquisto: fallo ora, anche quello della nuova versione 16 mesi dell’agenda.

Share this post