Come si scrive un curriculum: ecco gli errori da evitare

Come-si-scrive-un-curriculum

Spesso si vuole mandare la propria candidatura a un’azienda o agenzia di risorse umane. Ma poi ci si chiede come si scrive un curriculum e magari si è incerti. Attenzione: il curriculum vitae è fondamentale per la ricerca del lavoro e per farsi conoscere da futuri datori di lavoro.

La chiave vincente per attirare l’attenzione dei selezionatori e far sì che si sia contattati per un colloquio è solo una: scrivere un cv efficace. Non è semplice né immediato, ma non impossibile. L’importante è essere consapevoli degli errori da evitare.

Annota nelle pagine bianche della Life Planner una serie di aziende dove vorresti inviare il tuo cv. Fai il punto nella tua agenda planner sulle aspettative che hai rispetto a una determinata realtà, a un team di lavoro o a una posizione e valuta il contributo che potresti apportare tu. 

È necessario che tu faccia chiarezza per capire cosa scrivere nel curriculum vitae in modo mirato, dando tutte le informazioni necessarie a chi lo leggerà, riuscendo a interessare le persone, senza annoiarle, ma senza saltare passaggi e dettagli fondamentali. Lasciati guidare da Life Planner! 

Scrivere un CV efficace: 5 sbagli da non fare

Per mandare in giro un buon curriculum vitae, parti da un presupposto: ricordati che i responsabili delle risorse umane, soprattutto se operano in grandi gruppi, hanno poco tempo da dedicarti. Prima di capire come si scrive un curriculum pensa che devi far intuire loro, da subito, che rientri tra i papabili candidati a una data posizione. Non inventare nulla e non esagerare sulle tue competenze. Non inserire informazioni sulla vita privata se non sono richieste o non sono inerenti con l’annuncio di lavoro. Per scrivere un cv efficace oltre al contenuto cura la forma, che deve essere brillante, ma chiara e corretta. Evita le frasi fatte, ma cerca di personalizzare i messaggi che vuoi trasmettere. Non indicare indirizzi e-mail poco professionali. 

Pianifica bene il cv con l’agenda planner

Negli spazi bianchi a disposizione nella tua Life Planner stendi alcune bozze per il tuo curriculum vitae. Per comprendere come si scrive un cv, ricorda che la scrittura deve essere scorrevole e leggibile da chiunque: evita i tecnicismi, ma fai capire, rispetto a un determinato settore, che hai le giuste competenze. Usa uno stile semplice e chiaro, ma coinvolgente. Dai dettagli importanti su determinati argomenti, ma evita le ridondanze. Ne hai già scritto uno? Prova a rileggerlo come se fossi tu un selezionatore, con spirito critico, e nella tua agenda planner indica in una o più to do list gli elementi che mancano e che, invece, potrebbero fare la differenza. 

Cosa scrivere nel curriculum vitae: 5 punti da inserire

In un curriculum vitae che si rispetti, in testa vanno subito indicati i tuoi dati anagrafici, che comprendano nome, cognome, indirizzo, telefono, luogo di nascita, stato civile. Se ti stai chiedendo come si scrive un curriculum vitae e cosa non puoi omettere, nelle esperienze professionali parti da quella attuale, mantenendo un ordine cronologico decrescente. Usa questo criterio anche per le esperienze formative, partendo da quelle più recenti. Cosa scrivere nel curriculum vitae oltre le informazioni di base? Nel mondo del lavoro attuale devono figurare anche i livelli di preparazione delle lingue straniere e delle conoscenze informatiche. Bene anche un riferimento a interessi extra professionali e alle aspirazioni, ma senza dilungarti troppo e solo se sono funzionali a mostrare la tua curiosità e vivacità mentale. Stendi un nuovo cv sulla base di questi consigli. Non ti resta che attendere la fatidica telefonata per fissare un colloquio, da annotare con cura e precisione nella tua Life Planner. Se non ce l’hai ancora con te, acquistala ora!

Share this post