Imparare a fregarsene: ecco perché è così importante

imprare-a-fregarsene

È difficile ammetterlo, ma spesso ci facciamo condizionare dal giudizio altrui, che qualcuno può esprimerci apertamente o che immaginiamo nella nostra testa. Come imparare a fregarsene? Riuscire a non tenerne conto è la chiave per vivere bene con noi stessi e con chi abbiamo intorno.
Nelle testimonianze di chi ha avuto successo torna di frequente una mossa vincente: fregarsene del giudizio degli altri. Sono andati avanti con le loro idee brillanti e progetti che sono diventati dei veri e propri casi imprenditoriali e hanno segnato una svolta per interi settori, ma all’inizio erano molto criticati.
Le persone libere e coraggiose sono quelle che fanno più discutere, ma anche quelle più ammirate. Non è semplice ragionare con la propria testa e assecondare davvero la propria volontà. Tuttavia capire come fregarsene del giudizio degli altri aiuta a liberarsi da molti condizionamenti anche inconsci.
Forse non ci avevi pensato, ma con la tua Life Planner a disposizione hai tra le mani una coaching agenda che ti segue e ti indirizza in questo processo di affrancamento mentale e crescita personale verso la migliore versione di te stesso o te stessa, al di là di tutto quanto e tutti quanti.

Fregarsene del giudizio degli altri: come cominciare

Il primo step per sciogliersi da costrizioni e condizionamenti e capire come imparare a fregarsene del giudizio altrui è cercare di comprendere perché l’opinione di qualcuno, che sia quella di un nostro parente stretto, di un amico, del partner, di un collega o di un superiore, ci fa stare così male. Avvertiamo senso di colpa e inadeguatezza? Forse abbiamo paura di non essere accettati e amati fino in fondo per quello che siamo e che desideriamo, ma così rischiamo di non vivere pienamente la nostra vita. Alla lunga, fregarsene del giudizio degli altri è fondamentale per essere i protagonisti del nostro cammino, non delle comparse o, peggio ancora, delle maschere. Se ti sembra di essere in gabbia, sei sulla buona strada: vuol dire che non ce la fai più e presto ti libererai da molte catene.

Ansia-da-prestazione

Come fregarsene del giudizio degli altri in tre mosse

Per abbracciare un cambiamento importante e per mantenere la nuova rotta, quella che si può intraprendere per imparare a fregarsene dell’esterno, bisogna diventare consapevoli di quello che non va e avere il coraggio di fare altre scelte. Non è affatto semplice e non è immediato. Inizia a fare pulizia. Immagina la tua mente come se fosse una lavagna e visualizzati mentre cancelli quello che non va e non ti fa stare bene rispetto alle aspettative altrui. Puoi anche scriverlo nelle pagine bianche della Life Planner e iniziare a fare la spunta ogni volta che rinunci a qualche comportamento che asseconda il volere di qualcuno, ma non il tuo. Premiati quando riesci a dire quel no che ti pesava o quel sì che hai rimandato all’insegna del “vorrei ma non posso”. La vita è una ed è ora. Capire come fregarsene del giudizio degli altri permette di non procrastinare più quello che ti sta davvero a cuore. Non andrà sempre bene e fallirai? Non avere paura di sbagliare. Capita a tutti. Provare a realizzare i tuoi veri desideri è più importante.

Fregarsene degli altri: il ruolo della coaching agenda

Mappa emozioni Life Planner

Alla fine è una questione di autostima. Non significa essere strafottenti e calpestare gli altri per affermarsi, bensì essere consapevoli dei propri limiti, rimanendo umili, ma apprezzare i propri pregi e imparare a fregarsene. Prendi la tua Life Planner. Nello schema settimanale trovi un box dedicato alle cose positive da un lato e a quelle negative dall’altro: può aiutarti ad analizzare lucidamente una situazione che ti crea disagio perché il tuo volere non corrisponde a quello degli altri intorno a te. Ricordati che chi ti ama davvero per la persona che sei non smetterà di farlo. Può essere anche un’utile occasione per rivedere la tua sfera d’influenze. Utilizza anche la mappa delle emozioni della coaching agenda per imparare a conoscere e a gestire meglio certi stati emotivi. Non devi reprimerli, ma imparare a riconoscerli e a controllarli, senza che ti travolgano. E se non hai ancora la tua copia personale della Life Planner, ordinala sullo store online. Clicca qui.

Share this post