Come rimanere calmi nelle situazioni più difficili: 3 consigli per non perdere le staffe

come-rimanere-calmi

Ti hanno fatto montare su tutte le furie? Sei in mezzo a una discussione in cui non vedi via di uscita? Cerchiamo di capire come rimanere calmi. Non sempre è facile, ma è essenziale per non perdere lucidità e compromettere il proprio benessere, nonché rapporti importanti.  

Tante volte non ci pensiamo abbastanza, ma essere in grado di mettere in pratica certi insegnamenti, capire come stare calmi e rilassati anche quando tutto intorno non è proprio semplice, è un allenamento costante e continuo.

Non devi sentirti in colpa per qualche manifestazione di insofferenza o rabbia. È qualcosa di assolutamente umano. Perdere la calma capita a tutti, ma non deve diventare un’abitudine e, soprattutto, dipende da caso a caso. Le manifestazioni eccessive sono da evitare.

In che modo? Certo, quando gli animi sono scossi e agitati diventa complicato pensare di poter avere un controllo della rabbia. Invece il modo si trova, purché sia il risultato di un processo più profondo di conoscenza e crescita di se stessi. Trova un’alleata nella tua coaching agenda Life Planner!

Come stare calmi e rilassati in poche mosse

Sei in preda a un improvviso attacco di rabbia, dopo aver ricevuto qualche provocazione? Ebbene, ci sono piccoli gesti che puoi fare nell’immediato. Se ti stai chiedendo come rimanere calmi nonostante tutto, parti dalla respirazione. Allontanati per qualche minuto dal posto in cui sei. Te ne bastano cinque o dieci passati a praticare una respirazione diaframmatica, aiutandoti, per l’appunto, col diaframma, inspirando ed espirando, facendo lunghi respiri. Ma se vuoi comprendere bene come stare calmi e rilassati malgrado quello che ci circonda, e metterlo in pratica, ricordati anche che prevenire è meglio che curare. Non trascurare le ore di sonno necessarie a recuperare le energie e pratica sport per scaricare la tensione.

Perdere la calma: tre strategie per evitarlo

A volte certi conflitti non si possono evitare e anzi, è un bene che esplodano, ovviamente in forma ragionevole, per portare a una maggiore chiarezza e magari alla soluzione di qualche problema. Ma come rimanere calmi durante una discussione accesa? Per fare in modo che ciò avvenga, è importante lavorare costantemente su di sé, sulla propria forza interiore, sulla propria autostima, per non permettere a nessuno di scalfirle con qualche provocazione. Per evitare di perdere la calma in momenti critici, prendi distanza. Se non puoi alzarti e andartene, prova a visualizzare la situazione che stai vivendo dal di fuori. Quello che ti stanno dicendo è tutto vero? Quel che non corrisponde alla realtà non esiste, dunque non può ferirti. Infine, non rispondere subito per le rime. Fai in modo di analizzare con calma quanto stai sentendo, ascolta l’altro attentamente. Prenditi un po’ di tempo prima di rispondere.

Controllo della rabbia: lavora sull’equilibrio interiore

Quando ci sono dei litigi o ci si trova in mezzo a contesti “incandescenti”, sul lavoro o nella vita privata, capire come rimanere calmi non è immediato. Metterlo in pratica, ancora di più. Affinché diventi spontaneo, devi allenarti costantemente all’equilibrio e alla pace interiore, strumenti molto efficaci per il controllo della rabbia. In che modo? Devi mantenere la giusta concentrazione rispetto alle attività che svolgi, per affrontarle con lucidità e attenzione e capire, così, priorità e problemi reali. Pratica la mindfulness: ti aiuta ad acquisire maggiore consapevolezza di te e degli altri. Tieni un diario: usa le pagine bianche di Life Planner per fare un bilancio delle varie giornate. Monitora i tuoi stati d’animo con le mappe emozionali. Leggi spesso le frasi motivazionali della tua agenda e prendi ispirazione dai grandi.

Share this post