Studiare d’estate: come riuscirci in 3 semplici mosse

studiare-d-estate

Spiaggia, ombrelloni, partite in riva al mare… E mentre tutti sono in vacanza, tu, invece, devi stare sui libri. Studiare d’estate è pesante, certo, ma c’è modo di rendere meno complicata questa situazione, anche se non è delle più leggere. 

Magari ti stai preparando ad affrontare qualche test d’ingresso universitario. Sono molti gli studenti che di questi tempi sono impegnati a studiare per il test di medicina. Afa, caldo, stress, la fatica dei mesi passati sulle spalle non sono d’aiuto. 

Per quelli che patiscono le alte temperature, l’umidità e la spossatezza tipica dei mesi estivi, avere un’incombenza da gestire come studiare con il caldo può essere fonte di ulteriore stanchezza e affaticamento. Però si può correre ai ripari. 

Prendi la tua agenda Life Planner e utilizzala come una sorta di bussola per orientarti meglio tra lo studio e le scadenze da rispettare. Fissa nella tua agenda planner un piano e arriverai alla data fatidica del test con una buona preparazione e la giusta lucidità mentale. Forza, puoi farcela!  

Studiare per il test di medicina: alcuni consigli 

Chiudersi in casa o in biblioteca e andare avanti a fare solo libri e libri di quiz, sulla falsariga di quelli che troverai il giorno della prova, aiuta fino a un certo punto. Studiare d’estate è comunque faticoso, anche per il caldo che non favorisce la concentrazione. Dunque è opportuno non disperdere preziose energie. Esercitarsi coi quiz deve essere solo uno degli step per studiare per il test di medicina, ma la preparazione deve comprendere anche altri aspetti. Non trascurare di ripassare i principali elementi teorici. Fondamentale risulta l’organizzazione e la gestione delle ore di studio (prova a utilizzare tecniche di produttività come quella “del pomodoro”). Infine tieni monitorata la sfera emotiva con le mappe emozionali: non devi arrivare con eccessiva pressione al giorno della prova.  

Studiare con il caldo: cosa fare e cosa evitare 

Il luogo dove si studia è importante per la buona riuscita della preparazione in vista del test d’ingresso di medicina o di un’altra prova analoga. Dovendo studiare d’estate è fondamentale farlo in un posto asciutto e possibilmente ventilato, di sicuro non umido e soffocante. Se sei abituato a concentrarti in posti solitari e silenziosi, evita i parchi o comunque le zone verdi all’aperto. Studiare con il caldo vuol dire ottimizzare i tempi di studio e ripasso anche in base alla propria produttività rispetto alle alte temperature. C’è chi preferisce il mattino presto e chi, invece, la fascia dal tardo pomeriggio fino a sera. 

Studiare d’estate con l’agenda planner

Se stai preparando il test di Medicina-Odontoiatria, che è unico e si svolge lo stesso giorno in tutte le università statali, hai necessità di studiare d’estate. Infatti, secondo quanto ha stabilito il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e ha comunicato sul suo sito, la data in programma per il 2019 è il 3 settembre. Manca poco più di un mese. Che fare? Usa al meglio la tua agenda planner Life Planner. Utilizza gli schemi settimanali per suddividere argomenti e sessioni di studio, ritagliandoti sempre un po’ di spazio per lo svago e un po’ di sano movimento all’aria aperta – anche una semplice passeggiata tutti i giorni – che aiuta a tenere a bada lo stress. Puoi anche tenere un diario nelle pagine bianche dell’agenda per capire meglio come stai affrontando la preparazione. Leggi le frasi motivazionali: saranno fonte di ispirazione e di incoraggiamento! 

Share this post